Collaboratori - Confluenze

Collaboratori

Silvia Rocchi

Silvia Rocchi lavora come fumettista e illustratrice a Bologna. Dal 2012 pubblica fumetti con le maggiori case editrici italiane, BeccoGiallo, Fandango, Rizzoli Lizard, Eris Edizioni. ​Brucia è il suo ultimo fumetto, nonché primo titolo di pura finzione, pubblicato da Rizzoli Lizard.

Assieme a Confluenze ha curato il progetto multimediale "Il ritratto di Micaela. Viaggio sul Delta del Danubio".

Christian Elia

Condirettore di Q Code. Ha raccontato più di 40 paesi per più di 20 testate, per anni con PeaceReporter ed E il mensile. Si occupa di Mediterraneo, Medio Oriente e Balcani. E' autore di libri, teatro, documentari e radio. Con i suoi lavori ha vinto il premio Baldoni, il premio Giornalisti del Mediterraneo, l'IMMaginario DOC Festival, menzione speciale giuria Siani Reportage Prize, il premio il Reportage.

Assieme a Confluenze segue la parte di divulgazione web legata al progetto “Albania, Viaggia a modo tuo: gestione multi-attore integrata del turismo rurale e culturale nelle regioni di Argirocastro e Berat (Trec)”, promosso dall’ONG Cesvi.

Francesca Rolandi

Francesca Rolandi. Storica, ha conseguito un dottorato in Slavistica nel 2012 e ha svolto attività di ricerca e insegnamento presso diverse istituzioni accademiche e culturali in Italia, Croazia, Slovenia, Serbia, Bosnia Erzegovina, Austria e Ungheria occupandosi delle relazioni italo-jugoslave, di scambi culturali, cultura di massa e flussi migratori nello spazio post-jugoslavo e alto-adriatico. Segue le problematiche odierne nello spazio post-jugoslavo per Osservatorio Balcani Caucaso, Q Code Magazine e altre testate. Svolge da anni attività di formazione sui temi della memoria

Assieme a Confluenze segue i percorsi culturali e formativi dedicati alla Bosnia Erzegovina

Cristina Portolano

Cristina Portolano è nata a Napoli nel 1986. I suoi libri sono: QUASI SIGNORINA (Topipittori, 2016) NON SO CHI SEI (Rizzoli Lizard, 2017) IO SONO MARE (Canicola, 2018). Ha pubblicato disegni e illustrazioni sui due volumi di “Storie della buonanotte per bambine ribelli” (Good Night Stories for Rebel Girls) edito in Italia da Mondadori, e altre illustrazioni e fumetti per EdizioniEL, Linus, Internazionale, Il Sole 24ore, Graphic-news.com, Lo straniero, Illustratore Italiano, Hamelin, Soccer Illustrated, Illywords, Napoli Monitor, e vari collettivi di autoproduzione (Ernest virgola, Delebile, Teiera, Squame). Vive a Bologna.

Assieme a Confluenze ha curato il progetto multimediale "Navigando lungo i sapori del Danubio"

Luca Lietti

Luca Lietti ha lavorato nella cooperazione decentrata trentina nei Balcani per oltre 10 anni, durante i quali si è occupato di progetti di sviluppo locale sostenibile e di turismo responsabile, soprattutto in Kosovo, Serbia, Bosnia, Montenegro e Albania. Ancora oggi, nonostante il suo lavoro sia più legato alle aree protette italiane e di altri Paesi europei, spesso e volentieri si fa coinvolgere in iniziative di promozione dei territori e delle culture del Sudest Europa. Innamorato perdutamente delle montagne e della natura di quei luoghi, è ideatore, in collaborazione con guide locali, di diversi percorsi escursionistici nelle aree più remote e selvagge dei Balcani

Assieme a Confluenze segue i cammini tra Kosovo, Montenegro e Albania

Mariusz Rybak

Mariusz Rybak è un amante del vino e del cibo. Dopo aver studiato scienze sociali a Berlino e Cracovia, ha lavorato per anni con Slow Food in Italia, Germania e Polonia. Ha vissuto tra Belgrado, Michigan, Piemonte e Stoccolma, esplorando le culture gastronomiche locali e facendo ricerca su tematiche come vino e identità, produzione di cibo sostenibile e biodiversità. Innamorato da sempre dei Balcani, promuove incessantemente la passione per queste terre.

Assieme a Confluenze segue i viaggi dedicati ai soci di Slow Food in Germania

Camilla de Maffei

Fotografa freelace, vive e lavora Barcellona dal 2001. Dal 2009 concentra la sua ricerca personale nell'area dei Balcani dove sviluppa progetti a lungo termine volti ad approfondire la relazione fra identità/memoria/frontiera e paesaggio, inteso in senso goegrafico, politico e psicologico. Dal 2011 coordina El Observatorio, un laboratorio dedicato all’insegnamento e alla creazione fotografica, specializzato in fotografia d’autore e nello sviluppo di progetti fotografici a lungo termine.

Assieme a Confluenze ha curato la parte fotografica del progetto multimediale "Il sentiero del gusto". Attualmente segue la parte di divulgazione web legata al progetto “Albania, Viaggia a modo tuo: gestione multi-attore integrata del turismo rurale e culturale nelle regioni di Argirocastro e Berat (Trec)”, promosso dall’ONG Cesvi.

Lendita Hyseni

Lendita Hyseni è nata a Peja, una cittadina situata nel Kosovo occidentale e circondata dalla splendida catena delle "montagne maledette". La passione per l'alpinismo e il cibo l'ha portata a dedicare la propria carriera professionale al turismo rurale.

Assieme a Confluenze ha fondato il Convivium Slow Food Dukagjini di cui è fiduciaria. E' inoltre titolare del tour operator Kosova Outdoor, partner locale dei cammini tra Kosovo, Montenegro e Albania

Eugenio Berra

Dopo aver trascorso due anni a Sarajevo dal 2010 al 2012 per un periodo di ricerca su welfare state e sfera pubblica in Bosnia Erzegovina, dal 2013 vive a Belgrado. Si occupa di turismo responsabile, divulgazione culturale e sviluppo locale.

Assieme a Confluenze segue il portale e l'organizzazione dei viaggi culturali; è il curatore della guida "Scoprire i Balcani. Storie, luoghi e itinerari dell'Europa di mezzo" (Cierre, terza edizione, 2019)

Remo Romano

Remo Romano è un Web Designer e Developer freelance, ha una formazione informatica arricchita da aspetti umanistici e progettuali. Dal 2010 si occupa di realizzare siti web e prodotti multimediali “su misura”, affiancando alla professione l’attività didattica.

Assieme a Confluenze segue lo sviluppo del portale web di Confluenze

Milan Simić

Milan Simić è nato a Belgrado nel 1984. Ha studiato grafica nella capitale serba presso l’Accademia di Belle Arti e nel 2012 ha ottenuto a Sombor il suo primo riconoscimento pubblico, all'interno della colonia d’artisti “Elan”. L’universo da cui trae ispirazione è rappresentato dal paesaggio urbano a ridosso di fiumi – il Danubio e la Sava della sua Belgrado – e mari, in particolare il golfo del Quarnero che si apre davanti alla città di Fiume, dove da molti anni trascorre lunghi mesi estivi ad osservare e disegnare in solitudine.

Assieme a Confluenze ha curato il logo e le illustrazioni sui fiumi presenti all'interno del portale

Mirjana Ostojić

Mirjana Ostojić, nata a Belgrado dove lavora da interprete freelance di lingua italiana e portoghese; ha compiuto studi di lingue a Belgrado, Madrid e Lisbona; ha pubblicato due dizionari tecnici di rispettive lingue. Dal 2005 ha partecipato al progetto "Città/città" promosso dall'UNOPS sulla cooperazione delle città italiane e serbe in diversi campi economici e culturali. Si occupa di etimologia, soprattutto legata alla gastronomia nei Balcani. Appassionata di vela sul fiume è socia di un circolo velico sul Sava a Belgrado. Dal marzo 2016 la fiduciaria del Convivium Slow Food Dorćol a Belgrado.

Assieme a Confluenze segue il progetto "In Serbia Navigando lungo i sapori del Danubio"

Roni Beraha

Originario di Zrenjanin (Serbia), ha conseguito il diploma in violoncello presso il conservatorio di Teramo nel 2004. Negli anni seguenti ha terminato studi di perfezionamento a Firenze (orchestra giovanile OGI, con la quale ha collaborato tra il 2005 e il 2006) e Belgrado (esecuzione di musica barocca). Attualmente suona per la filarmonica della Vojvodina. E' il fondatore di Panonija, quartetto d'archi di musica klezmer; Istanbul night, trio per violoncello, percussioni e chitarra elettrica che unisce musica d'autore e sefardita.

Assieme a Confluenze suona con il quartetto Panonija all'interno della singagoga di Novi Sad durante i viaggi culturali in Serbia; talvolta è anche accompagnatore dei viaggi

Marija Bradaš

Marija Bradaš è dottore di ricerca in Scienze Linguistiche, Filologiche e Letterarie presso l’Università di Padova e l'Università di Belgrado. Si occupa di translation studies e letterature comparate; le sue ricerche vertono sulla poesia popolare serbo-croata e sulle relazioni culturali italo-slave. Attualmente insegna lingua e letteratura serbo-croata all'Università Ca' Foscari Venezia e filologia slava presso l'Università degli Studi di Verona.

Assieme a Confluenze si occupa di traduzioni ed organizzazione di iniziative culturali in Italia

Ana Škorić

Architetto belgradese, si occupa di pianificazione urbana partecipata e progetti di housing sociale assieme a ONG internazionali (ASB, Fund for Open Society) e locali. Da sempre fotografa per passione, negli ultimi anni si è specializzata anche in social media marketing per privati e associazioni.

Assieme a Confluenze segue il sito web e le pagine social (facebook, instagram)