Osum - Confluenze

Albania

«Due fratelli, belli e potenti, Shpirag e Tomor*, litigavano per una bella fanciulla. Litigavano così tanto che per contendersela cominciarono a combattere tra di loro. Ella, allora si sedette sulle ginocchia e pianse, fino a lavare i corpi dei due guerrieri con le sue lacrime. La ragazza pianse così tanto, che il suo corpo si indurì e divenne una roccia grande e pesante. Proprio su quella roccia fu eretto e tutt’oggi esiste il magnifico castello di Berat. Le sue lacrime diedero vita al fiume Osumi, che scorre lungo la città. I due fratelli guerrieri perirono su quelle montagne e tutt’ora lì vi rimangono fieri e maestosi ai due lati della città. Tomorri e Shpiragu».

 

Leggenda albanese

 

* Tomorri e Shpiragu sono i due monti tra cui scorre il fiume Osum

Proposte sul Osum

Proposte sul Osum

Taccuini sul Osum

Leusa, una chiesa nel bosco

di Christian Elia, fotografie di Camilla de Maffei. Padre Ilia sembra essere, allo stesso tempo, sempre in movimento e sempre fermo. Lungo il corso principale di Përmet, al tavolino di un bar, davanti a un...

Progetti multimediali

Un progetto nella regione alpina transfrontaliera tra Kosovo (Val Rugova) e Albania (Kelmend). All'interno del sito: schede di approfondimento sui territori coinvolti; il Convivium Slow Food Dukagjini; percorsi enogastronomici tra Kosovo, Albania e Montenegro; il trekking che unisce Val Rugova e Kelmend; le fotografie curate da Camilla de Maffei.