Trekking "Il sentiero del gusto" Albania-Kosovo - Confluenze

Trekking “Il sentiero del gusto” Albania-Kosovo

Questo trekking si inserisce all’interno del più ampio progetto “Il sentiero del gusto” il cui obiettivo è il contrasto allo spopolamento delle comunità montane nella regione alpina transfrontaliera tra Kosovo (Val Rugova) e Albania (Kelmend) attraverso la valorizzazione di produzioni tipiche, unicità eno-gastronomiche autoctone e la promozione di percorsi di turismo sostenibile all’interno dei territori individuati.

In Europa esistono ancora tesori da scoprire. Le Montagne Maledette, la Val Rugova o Kelmend ne sono un esempio. Un filo rosso lega queste valli da secoli, alleanze tribali e attaccamento alle montagne inviolabili, sacre e maledette allo stesso tempo. E la fatica diventa sapere, che diventa musica, leggenda ma soprattutto cibo. Oggi quel filo rosso è valorizzato ancora di più dalla rete di Slow Food, partner di questo percorso, che in queste valli ha creato alleanze con gli allevatori e gli agricoltori di montagna. Il Mishavine, la Flia e mille altri tesori del palato sono ad aspettarvi alla fine di ogni tappa nell’angolo selvaggio di un’Europa dimenticata.

Scheda tecnica

Durata

8 giorni

Difficoltà

E/EE

Minimo - Massimo partecipanti

4-10

Periodo consigliato

Giugno-Settembre

Media giornaliera

6 ore

Sviluppo e dislivello totale del trekking

Dislivello a piedi in salita: circa circa 5.100 metri; dislivello a piedi in discesa: circa circa 5.300 metri

Altezza massima / minima raggiunta

Monte Berizhdol 1979mt / Tamara 302 mt

Pernotti

guesthouse, motel e rifugi lungo il trekking

Trasferimenti

pulmino

Materiale da portare

Il bagaglio, zaino 55/65 L, sarà trasportato a cavallo durante il trekking (evitare trolley o valigie rigide; è consentito massimo un bagaglio a persona). Scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Guide

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di Guide Locali Abilitate per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Organizzazione logistica

Kosova outdoor

Prossime partenze

dal 09/06/2019
al 16/06/2019
dal 14/07/2019
al 21/07/2019
dal 11/08/2019
al 18/08/2019
Le partenze saranno confermate solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

Programma di viaggio

Giorno 1

Volo diretto Italia – Tirana. Trasferimento in bus a Peja (220 km da Tirana, 4 ore), Val Rugova. Subito l’ambiente si fa spettacolare e sempre più aspro, man a mano che ci si addentra nella Gola della Rugova. Sistemazione in una delle guesthouses della rete “Green Path”.

Giorno 2

Reka e Allages, Qafa e Gjonit, Drelaj

Tappa dedicata alla scoperta della Val Rugova, tra le abetaie e i pascoli del monte Hajla, all’altopiano di Pepaj, e alle gole di Koshutanit, per ridiscendere al villaggio di Boge, da Osman, membro del convivium di Slow Food. Osman fu uno dei primi a legarsi al progetto, e la sua famiglia si impegna a 360° nella coltivazione e nell’allevamento a km0.

Percorso: Km 21 – ore 7 – dislivello +900/-750

Giorno 3

Drelaj, Liqeni Kuqishtes, Jelenk, Babino Polje

Percorso molto bello che incontra immediatamente due cristallini laghi di montagna, proseguendo poi per il passo Jelenk. Si cammina letteralmente lungo il confine Kosovo-Montenegro, su un crinale lungo e molto aereo con visione a 360° sui gruppi montuosi. Si scende poi verso la valle di Bivoliak che termina a Plav, dove i minareti si mescolano ai campanili cristiani. Pernottamento.

Percorso: Km 16 – ore 6 – dislivello +1000/-900

Giorno 4

Vuthaj, Grbaja – Lepushe

Dall’eco-village, il sentiero porta alla Volusnica (1879 m), in circa due ore e mezza, attraversando prima un bellissimo bosco per raggiungere dei pascoli aperti da dove è possibile ammirare la Talijanka (“l’Italiana) e la Popadija, entrambe appena sopra i 2000. Dai prati si risale con un’ultima impegnativa parte fino alla cima. Molto appagante la vista su tutte le montagne intorno. Discesa verso Lepushe.

Percorso: Km 10 – ore 6 – dislivello +650/-700

Giorno 5

Lepushe – Grbeni – Lepushe

Lepushe, con la sua verde conca aperta tra meravigliose montagne e i suoi pascoli, merita un ballo insieme a noi. Un percorso ad anello che tocca tutte le sue bellezze e i suoi tesori, celati per secoli e rimasti immutati come ormai da nessuna altra parte d’Europa possiamo trovare. Ci nasconderemo nelle sue foreste e percorreremo le creste delle sue montagne, visiteremo le malghe e ci attarderemo con i pastori assaggiando la mishavine fresca (il formaggio d’alpeggio, Presidio Slow Food) e sorseggiando grappe di erbe. Rientro e pernottamento presso una guesthouse di produttori di mishavine.

Percorso: Km 13 – ore 7 – dislivello +550/-550

Giorno 6

Lepushe – Berizhdol- Nikci

Tappa dedicata al massiccio che domina il Kelmendi. La salita da Lepushe non è impegnativa e ormai la “gamba” c’è. Arriveremo a metà giornata sul monte Berizdhol che domina le tre valli del Kelmendi (il Vermosh a nord, a est Lepush e a sud Tamara). Lunga discesa fino al grazioso paesino di Nikci con i suoi mulini ad acqua ancora funzionanti. Pernotto presso guesthouse.

Percorso: Km 15.5 – ore 7 – dislivello +660/- 950

Giorno 7

Nikci – Kozhnja-Tamara

Comoda passeggiata lungo il torrente a chiusura dell’intero trekking. Giungiamo a Tamara, centro amministrativo e porta del Kelmendi, e festeggiamo con una giostra di sapori al Ristorante di prodotti locali Buke, Kripe e Zemer (Pane, Sale e Cuore), sostenuto dalla rete di Slow Food e dall’Alleanza dei Cuochi di Albania. Pernotto in guesthouse.

Percorso: Km 19 – ore 4 – dislivello +50/-300

Giorno 8

Rientro su Tirana aeroporto Rinas

Colazione e trasferimento all’aeroporto di Tirana (3h30′). Fine dei servizi.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo.

Sono necessari Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto con scadenza superiore ai 3 mesi.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Il bagaglio, zaino 55/65 L, sarà trasportato a cavallo durante il trekking (evitare trolley o valigie rigide; è consentito massimo un bagaglio a persona).

Prezzi

4
n. partecipanti
760 €
Quota individuale
6
n. partecipanti
675 €
Quota individuale
8
n. partecipanti
630 €
Quota individuale
10
n. partecipanti
590 €
Quota individuale

Il costo totale espresso comprende:

  • guida locale per tutta la durata del viaggio
  • tutti i pernottamenti in guesthouse e rifugi lungo il trekking
  • tutti i pasti (bevande alcoliche escluse)
  • trasferimenti in loco
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • trasporto bagagli sommeggiato

Se il gruppo non desidera il trasporto bagagli sommeggiato la quota viene stornata di 30€ a persona.

Altri viaggi sul Osum