Viaggio a piedi tra Kosovo, Montenegro e Albania - Confluenze

Viaggio a piedi tra Kosovo, Montenegro e Albania

Trekking Peaks of the balkans

 

Sette giorni a piedi in una delle aree più remote del nostro continente, al passo dei pastori delle Alpi Dinariche, sulle creste aeree, tra i fitti boschi, le gole di roccia e le valli color smeraldo. Nel regno del lupo e dell’orso, tra le genti di montagna che non si curano dei confini degli uomini, ma del ritmo della transumanza e del potere immortale della natura selvaggia.
Per descrivere i paesaggi tra la val Rugova nel Kosovo occidentale, le catene di confine verso Babino Polje in Montenegro e poi Theth e Valbone in Albania, siamo davvero costretti a scomodare aggettivi abusati, come “suggestivo”, “grandioso”, “mozzafiato”: in questo caso però non riescono minimamente a raccontare la struggente bellezza dei luoghi, il “rumore” di una natura poco antropizzata, le cascate fragorose come il silenzio della quota e il parlare dei boschi estivi. E poi, sopra a tutto, c’è l’incontro con le genti uguali e diverse di montagna, albanesi, montenegrine e kosovare, che d’estate popolano ancora in massa gli alpeggi e le alte valli, come accadeva sulle nostre Alpi e negli Appennini sessanta o forse cento anni fa.

Scheda tecnica

Durata

9 giorni

Difficoltà

E/EE

Minimo - Massimo partecipanti

4-10

Periodo consigliato

giugno-settembre

Media giornaliera

6 ore

Sviluppo e dislivello totale del trekking

Dislivello a piedi in salita: circa 5.500 metri; dislivello a piedi in discesa: circa 5.900 metri

Altezza massima raggiunta

Hajla 2445 mslm (Kosovo)

Pernotti

guesthouse, motel e rifugi lungo il trekking

Trasferimenti

pulmino

Materiale da portare

scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Il bagaglio, zaino 55/65 L, sarà trasportato a cavallo durante il trekking (evitare trolley o valigie rigide)

Guide

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di Guide Locali Abilitate per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Organizzazione logistica

Kosova Outdoor

Prossime partenze

dal 08/06/2019
al 16/06/2019
dal 22/06/19
al 30/06/19
dal 06/07/19
al 14/07/19
dal 20/07/19
al 28/07/19
dal 03/08/19
al 11/08/19
dal 17/08/19
al 25/08/19
dal 31/08/19
al 08/09/19
dal 14/09/19
al 22/09/19
Le partenze saranno confermate solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

Programma di viaggio

Giorno 1

Ritrovo in aeroporto al gate volo su Tirana. Trasferimento in bus privato a Peja per circa 4,5/5 ore di viaggio. Dopo breve visita alla cittadina, trasferimento nella Val Rugova. Subito l’ambiente si fa spettacolare e sempre più aspro, mano a mano che ci si addentra nella Gola della Rugova. Sistemazione in una delle guesthouses della rete “Green Path”. Cena e pernottamento.

Giorno 2

Trek: Reka (m 1200) e Allages, Bregu i Nike, Qafa e Gjonit, Haila Mountain (m 2455), Drelaj (m 1.125)

Tappa dedicata alla scoperta della selvaggia Val Rugova, tra le abetaie e i pascoli del monte Haila che raggiungeremo verso mezzogiorno da dove si gode di un incredibile panorama a 360° su tutte le montagne e sulla Piana del Kosovo fino a intravedere la Macedonia. Dormiremo a Drelaj da Osman.

Percorso: Km 21 – ore 7/8 – dislivello +900/-750

Giorno 3

Trek: Drelaj (m 1.125), Kuqishete, Liqeni, Jelenk, Babino Polje (m 1500) – Casa Rosa a Vuthaj.

Percorso molto bello che incontra immediatamente due laghi di montagna cristallini, proseguendo poi per il passo Jelenk. Si cammina letteralmente lungo il confine Kosovo-Montenegro, su un crinale lungo e molto aereo con visione a 360° sui gruppi montuosi. Si scende poi verso la valle di Bivoliak che termina a Plav, dove i minareti si mescolano ai campanili cristiani. Pernotto alla Kulla Rosi Vuthaj.

Percorso: Km 16 – ore 6/7 – dislivello +1000/-900

Giorno 4

Trasferimento in pulmino a Ropojana.

Trek: Ropojana (m 1170), Runica, Q. Pejes, Theth (m 840) Splendida tappa per ambiente e tipo di itinerario. Si percorrono i vari gradi altimetrici e vegetazionali di una valle di antica comunicazione che congiunge il Montenegro con l’Albania. L’arrivo nella località di Theth è di per sé un’esperienza nel tempo e nello spazio che merita il viaggio. Pernottamento in guesthouse.

Percorso: Km 19 –  ore 7/8 – dislivello +720/-1050

Giorno 5

Escursione leggera nei dintorni di Thet.

Visita ai luoghi più caratteristici e incantevoli di Thet partendo dalla Kulla, luogo che incarna la legge millenaria del Kanun, per poi raggiungere con un breve sentiero in scarsa pendenza l’orrido e la cascata. Rientro verso l’abitato di Theth visita al mulino e alla “centrale idroelettrica”.

Percorso: Km 8 – ore 4 – dislivello +250/-250

Giorno 6

Trek: Theth (m 840), Qafa Valbones (m 1965), Valbone (m 935). Tappa lunga e spettacolare arrivo nella ampia valle di Valbone, pernotto presso guesthouse.

Percorso: Km 19 – ore 7/8 – dislivello +980 /- 890

Giorno 7

Trasferimento in pulmino fino a Cerem (12 km).

Trek: Cerem (m 1139), Quafa Vranices, Balqina (m 1840), Dober Dol (m 1741)

Bellissimo itinerario su evidenti sentieri a scavalco di tre confini. Particolarmente interessante il duplice passaggio del crinale fra Albania e Montenegro, le baite di Balqina e soprattutto la conca di Dober Dol (m 1780), un alpeggio con 12 famiglie attive a quasi 1800 m senza energia elettrica, strade o mezzi a motore, forse il luogo più suggestivo dell’intero itinerario di trekking. A Dober Dol pernottamento presso una baita di pastori.

Percorso: Km 16 – ore 6/7 – dislivello +950/-350

Giorno 8

Trek: Dober Dol (m 1741), Trekufinj (m 2365), Rupa Dobros, Centrale elettrica Kojnerit (m 1050)

Molto bello lo scavalcamento aereo del crinale per la vista che si gode su tutti i versanti, a 360°. Ascesa alla cima Trekufinj (m 2365). Dopo una suggestiva attraversata su un pascolo in quota, inizia la discesa per la valle verso la centrale elettrica di Kojnerit (m 1050). Trasferimento in minivan e visita del Visoki Decani (XIV sec), trasferimento a Peja e visita del Patriarcato di Peja. Cena e pernottamento presso guesthouse a Peja.

Percorso: Km 12 – ore 4 – dislivello +570/ -1260

Giorno 9

Trasferimento all’aeroporto, fine del viaggio.

Un libro
Nella terra del passato vivente, di Mary Edith Durham, Besa Editore

Una ricetta
Flija nen saq (pasta di farina di grano con acqua e sale, kajmak)

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo.

Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi dalla data di ingresso nel paese.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Il bagaglio, zaino 55/65 L, sarà trasportato a cavallo durante il trekking (evitare trolley o valigie rigide).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di Guide Locali Abilitate per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio è indicato per persone capaci di camminare almeno sei ore al giorno, un minimo allenate ed in buona condizione di salute. Non è indicato per i bambini.

Sviluppo totale km 115 circa (a piedi)

Sviluppo totale km 190 circa (compresi km 80 di trasferimenti)

Dislivello a piedi in salita: circa 5.500 metri

Dislivello a piedi in discesa: circa 5.900 metri

Altezza massima raggiunta: Hajla 2445 mslm (Albania)

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Prezzi

4
n. partecipanti
850 €
Quota individuale
6
n. partecipanti
790 €
Quota individuale
8
n. partecipanti
750 €
Quota individuale
10
n. partecipanti
680 €
Quota individuale

Per i gruppi superiori alle 10 persone sono previste due guide e il costo del viaggio è pari a € 730,00.

Il costo totale espresso comprende:

tutti pernottamenti in guesthouse e rifugi lungo il trekking
tutti i pasti (bevande alcoliche escluse)
guida locale per tutta la durata del viaggio
trasferimenti in loco
trasporto bagagli sommeggiato
compensi di intermediazione e diritti di agenzia
assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)

Il costo totale espresso non comprende:

volo Italia – Tirana a/r (quota volo a partire da €160,00 in bassa stagione, tasse escluse)
assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
trasferimento a/r da Tirana a Peja (€30,00 a persona)
spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate
Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione.

Condizioni di realizzazione

Il viaggio è realizzabile con un numero minimo di partecipanti di 4 persone e un massimo di 14 persone. Il viaggiatore sarà informato al più tardi 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Altri viaggi sul Osum