Agosto in Serbia, navigando lungo i sapori del Danubio - Confluenze

Agosto in Serbia, navigando lungo i sapori del Danubio

Dopo il successo delle scorse sette edizioni, anche per l’estate 2020 ViaggieMiraggi, Confluenze e Slow Food sono lieti di invitarvi a “In Serbia navigando lungo i sapori del Danubio”. Per scoprire la Serbia attraverso il suo grande fiume che l’attraversa da nord a sud. Alcune tappe saranno percorse navigando su un battello dichiarato patrimonio culturale della Serbia e utilizzato dal regista Emir Kusturica per il film Underground. Un viaggio alla scoperta della straordinaria biodiversità racchiusa nel medio corso danubiano, ma soprattutto una presa di coscienza critica della sovranità alimentare grazie all’incontro con le comunità del cibo di Terra Madre provenienti dalla Serbia intrecciando cibo, tradizioni e identità locali. Caffè letterari e musica e accompagneranno infine i partecipanti durante le ore di navigazione e nelle soste a terra.

 

“Navigando lungo i sapori del Danubio” è un progetto di Confluenze e ViaggieMiraggi realizzato in collaborazione con Slow Food.

Prossime partenze

dal 09/08/2020
al 16/08/2020
Le partenze saranno confermate solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

Programma di viaggio

Giorno 1 - domenica 9 agosto

Ritrovo dei partecipanti a Belgrado in tarda serata, incontro con il mediatore culturale e trasferimento in pullman privato per Novi Sad. Sistemazione in hotel e pernottamento. Camere doppie con bagno privato.

Voli gruppo: Air Serbia Milano Malpensa-Belgrado 20,45-22,25

Giorno 2 - lunedì 10 agosto

Prima colazione in hotel.

Al mattino visita guidata del centro cittadino e della fortezza di Petrovaradin. Per pranzo ci sposteremo a Sremski Karlovci (1 ora e mezza), culla spirituale serba sotto l’Impero asburgico: il patriarcato in funzione dal 1848 al 1920 e oggi sede del metropolita; la scuola seminariale ortodossa più antica del mondo dopo quella di Kiev; il primo ginnasio della Serbia. Questo paesino è stato la sede delle trattative di pace seguite alla battaglia di Senta (11 settembre 1697), quando i soldati della Lega Santa comandati dal principe Eugenio di Savoia sbaragliarono l’esercito ottomano del Sultano Mustafa II sulle rive del Tibisco. I nuovi confini danubiani tra Impero Ottomano e Asburgico tracciati da Luigi Ferdinando Marsili negli anni successivi alla firma del trattato di pace (26 gennaio 1699) rimasero più o meno invariati sino all’implosione dei due imperi con la prima guerra mondiale.

Sremski Karlovi è anche conosciuta per la tradizione vitivinicola risalente ai tempi dei romani. In una delle sue cantine ci fermeremo per assaporare il Bermet famoso presso la corte di Vienna dove  verrà organizzato un incontro guidato da una docente serba di storia della geografia per scoprire la figura di Luigi Ferdinando Marsili e i suoi mondi danubiani della seconda metà del diciassettesimo secolo:

 

Difficile riassumere in poche righe la biografia del conte bolognese Luigi Ferdinando Marsili, tante sono le vite che ha incarnato tra il 1658 e il 1730. Fu scienziato di scuola galileiana, generale asburgico, ingegnere militare, cartografo, antiquario. I suoi due capolavori – Histoire fisique de la mer e Danubius Pannonico-Mysicus – rappresentano rispettivamente una pietra miliare dell’oceanografia e un’opera monumentale che analizza il Danubio sotto molteplici aspetti (geografico, mineralogico, idrogeologico, botanico, faunistico, archeologico), realizzando la visione che lo studioso bolognese aveva della geografia come disciplina del territorio capace di riunire molti campi del sapere e fornire ai regnanti le conoscenze essenziali per governare i loro domìni.

 

Pranzo presso la cantina accompagnato da una degustazione di vini. Nel pomeriggio visita di Karlovci e del monastero ortodosso di Krušedol, quindi ritorno in hotel per un breve riposo.

Prima di cena nella sinagoga di Novi Sad verrà organizzato il concerto del trio Shira U’tfila, che da anni indaga e recupera la tradizione della musica sefardita e klezmer.

Al termine del concerto spostamento per la cena presso un’agriturismo immerso nella pianura pannonica: casali bianchi e rossi, stanze, riscaldate in inverno da stufe enormi, tutte arredate con mobili originali della tradizione contadina, provenienti da famiglie serbe, tedesche, magiare, croate e russe della zona.

A seguire ritorno in albergo e pernottamento. Camere doppie con bagno privato.

Giorno 3 - domenica 11 agosto

Prima colazione in hotel. Trasferimento ed imbarco sul battello riservato per la navigazione tra Titel e Belgrado.
Pranzo organizzato durante la navigazione dalla rete di Slow Food in Serbia. Accompagnamento musicale con repertorio tradizionale balcanico a cura del “Aleksandar Vasov Trio“ nonché dalle danze tradizionali serbe del gruppo folkloristico “Lola“.
Arrivo a Belgrado nel pomeriggio e sistemazione in hotel.

Nel tardo pomeriggio ci sposteremo a Zemun, la “piccola Vienna” adagiata sulle rive del Danubio per secoli ultimo avamposto austro-ungarico nonché confine con l’Impero ottomano, dove assisteremo ad un concerto per pianoforte e voce per rivivere le atmosfere mitteleuropee al suono di vecchi lieder. A seguire cena di pesce in ristorante tradizionale. Ritorno in albergo e pernottamento. Camere doppie con bagno privato. pernottamento in hotel. Camere doppie con bagno privato.

Giorno 4 - lunedì 12 agosto

Prima colazione in hotel.  Al mattino visita guidata della città attraverso luoghi, memorie e simboli di Belgrado.  Pranzo libero.

Nel pomeriggio accompagnati da uno storico ci muoveremo lungo memorie materiali e immateriali legate agli eventi che hanno attraversato la Serbia nell’ultimo decennio del ventesimo secolo. Cena presso ristorante tradizionale membro del Convivium Slow Food Dorćol.
A seguire trasferimento presso l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado per un caffè letterario con lo scrittore Dušan Veličković, l’autore di Serbia Hardcore e Balkan pin-up (Besa editore, 2018) e Generazione Serbia (Bottega Errante, 2018). Rientro in hotel per il pernottamento. Camere doppie con bagno privato.

Giorno 5 - martedì 13 agosto

Prima colazione in hotel.

Trasferimento in pullman presso il centro di ricerca “Piccolo Danubio” fondato dalla facoltà di agraria di Belgrado e attivo nei campi dell’ecologia, ittologia e idrobiologia. La nostra visita si concentrerà sul “villaggio del pescatore neolitico” situato al suo interno: realizzato in collaborazione con il Museo della città di Belgrado, si tratta di un progetto che ricostruisce le dimore preistoriche in base ai ritrovamenti archeologici dei siti lungo il Danubio. A guidarci sarà uno degli archeologi a capo del sito neolitico di Vinča situato lungo il Danubio a pochi chilometri dal centro e presso cui ci sposteremo per il pranzo organizzato dal convivium Slow Food Dorćol.

A seguire trasferimento in pullman a Kragujevac (1 ora). Sistemazione in hotel e trasferimento a Gledić (1 ora) per visitare il presìdio Slow Food della grappa di prugne “Crvena Ranka”.

Cena organizzata presso la fattoria della famiglia di Dragana Veljović, presidente dell’associazione “Crvena Ranka” e fiduciaria del presìdio. Durante la cena saremo accompagnati dagli ottoni della Danijela Orkestar, l’unico ensemble di ottoni serbo guidato da una giovane donna, la trombettista Danijela Veselinovic.

Dopocena ritorno in hotel. Camere doppie con bagno privato.

Giorno 6 - mercoledì 14 agosto

Prima colazione in hotel.  Visita al museo del parco memoriale di Šumarice, dove il 21 ottobre 1941 furono giustiziati dalle forze di occupazione tedesche circa settemila civili serbi di sesso machile. Trasferimento in pullman a Smederevo e visita della fortezza del quindicesmo secolo affacciata sul Danubio, imbarco per la terza tratta in navigazione da Smederevo a Ram (4 ore).
Pranzo organizzato durante la navigazione dalla rete di Slow Food in Serbia.

Durante la giornata ammireremo altre fortezze medioevali erette sempre lungo la riva danubiana, tra cui spiccano per bellezza quella di Ram (XV secolo) e Golubac (XIV secolo).
Sulla barca verrà organizzato un incontro con un ornitologo il quale ci introdurrà all’interno della biodiversità danubiana; un secondo caffè letterario con il fumettista Aleksandar Zograf, il più importante fumettista serbo conosciuto in Italia in quanto una delle firme di punta di Internazionale nonché collaboratore della testata giornalistica on line Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.

Arrivo a Ram nel tardo pomeriggio, quindi trasferimento a Donji Milanovac (90 minuti) e sistemazione presso famiglie e b&b a gestione familiare del villaggio.
Cena presso una famiglia di pescatori locali. Pernottamento negli alloggi. Camere doppie con bagno in comune.

Giorno 7 - giovedì 15 agosto

Prima colazione presso le famiglie. Imbarco e navigazione attraverso le affascinanti Porte di ferro, per ammirare la Tavola Traiana e la statua di Decebalo. Ritorno a Donji Milanovac e trasferimento all’interno del Parco Nazionale di Djerdap sino a belvedere di Kovilovo dove verrà organizzato un picnic. Dopo pranzo camminata all’interno del parco e ritorno a Donji Milanovac.

Nel tardo pomeriggio, visita al sito archeologico di Lepenski Vir, quindi ritorno a Donji Milanovac e cena in casa privata con festa finale accompagnati da un ensemble di musica valacca. Rientro negli alloggi e pernottamento. Camere doppie con bagno in comune.

Giorno 8 - venerdì 16 agosto

Prima colazione presso le famiglie. Trasferimento in pullman privato per Belgrado. Pranzo libero e tempo a disposizione per un ultimo giro nel centro cittadino. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto per l’imbarco verso l’Italia.

Voli gruppo: Air Serbia Belgrado – Milano Malpensa 18,15-20,00

Un libro
Generazione Serbia, di Dušan Veličković, Bottega Errante, 2018

Un film
Cinema Komunisto, di Mila Turajilić, 2011

Una canzone
Musica dalla Serbia

Note di viaggio

“Navigando lungo i sapori del Danubio” è un progetto di Confluenze e ViaggieMiraggi realizzato in collaborazione con Slow Food.

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori.

Passaporto/ Carta di identità: A partire dal 12 giugno 2010, i cittadini dei Paesi membri dell’Unione Europea possono viaggiare nella Repubblica di Serbia avvalendosi anche della sola carta di identità valida per l’espatrio, e non solo del passaporto, per un periodo di soggiorno che non ecceda i 90 giorni.
Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referenti locali

Il viaggio è completamente accompagnato da un referente locale di Confluenze-ViaggieMiraggi residente a Belgrado profondo conoscitore della lingua e cultura serba, nonché dalla fiduciaria del Convivium Slow Food Dorćol.

Livello di difficoltà

In questo viaggio saranno utilizzati mezzi privati (battello e pullman).
La presenza di barriere architettoniche potrebbe ostacolare la partecipazione di persone disabil ddisabilità disaddifficoltà motorie.

Prezzi

15
n. partecipanti
1640 €
Quota individuale
20
n. partecipanti
1430 €
Quota individuale
25
n. partecipanti
1310 €
Quota individuale

Il costo totale espresso comprende:

  • Navigazione in battello fluviale privato come da programma;
  • Voli a/r Milano Malpensa-Belgrado, tasse e bagaglio da stiva inclusi
  • Trasferimenti in pullman privato con autista come da programma;
  • Accompagnamento e assistenza del referente italiano nei Balcani di ViaggieMiraggi nonché tra i soci fondatori di Confluenze;
  • Collaborazione Slow Food in Serbia, con accompagnamento locale della fiduciaria del Convivium Slow Food Dorćol parlante lingua italiana ;
  • Pernottamenti con prima colazione come da programma;
  • Ingressi come da programma;
  • Pranzi e cene bevande incluse come da programma;
  • Visite guidate ed incontri come da programma;
  • Quota di intermediazione di agenzia
  • Incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio

Il costo totale espresso non comprende:

  • Mance, tasse extra personali e tutto quanto non indicato nella voce “la quota comprende”;
  • Tasse aeroportuali (circa 60 euro) da confermare al momento dell’emissione dei biglietti
  • Assicurazione contro annullamento Filodiretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza;
  • Assicurazione medico-bagaglio Filodiretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • Eventuali supplementi di carburante o di tasse aeroportuali;
  • Supplemento singola euro 100
  • Quota facoltativa per l’estensione del viaggio

Condizioni di realizzazione

Iscrizioni fino ad esaurimento posti. Numero di partecipanti minimo 15 e massimo 30 persone.

Altri viaggi sul Dunav