Viaggio in Bulgaria, i Balcani visti dal treno - Confluenze

Viaggio in Bulgaria, i Balcani visti dal treno

Un viaggio in Bulgaria, (quasi) tutto su rotaia, il treno da semplice mezzo di trasporto diventa vero protagonista per esplorare le terre balcaniche con gli occhi di chi le vive.

Sul ritmo lento di vecchi convogli ferroviari scopriremo la Bulgaria, meta ancora lontana dai grandi flussi del turismo, fatta di montagne selvagge e colline sinuose, piccoli villaggi e città che furono dimora di popoli antichi come i traci, i romani, i bizantini e gli ottomani.
Visiteremo città come Sofia, Plovdiv e l’antica capitale Veliko Tarnovo, salteremo dai siti archeologici dei traci alle opere brutaliste più imponenti del periodo comunista. Passeggeremo nel chiostro del monastero Rila all’ombra di alte montagne, vedremo le geometrie dei minareti stagliarsi di fianco agli abeti tra i boschi dei Rodopi, abitati dagli ultimi discendenti dell’Impero Ottomano.
Raggiungeremo la stazione più alta dei Balcani con un piccolo treno di montagna e correremo sulle rotte dell’Orient Express nelle ampie pianure che sfiorano l’Anatolia.

Un viaggio per chi ama sfiorare territori sconosciuti ascoltando le voci di chi li abita, muovendosi con un mezzo verde ed economico, comodo e spartano, chiassoso e sincero.

Prossime partenze

dal 25/04
al 03/05
Le partenze saranno confermate solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

Programma di viaggio

Giorno 1 - sabato 25 aprile

Ritrovo in aeroporto con l’accompagnatore in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Sofia.

Arrivo nella capitale Bulgara nel pomeriggio, trasferimento in ostello con la metro, sistemazione e prima visita della città.
Sofia ci accoglie sotto l’ombra del Monte Vitoša. Si cenerà nei pressi di Serdika, la piazza dove chiese ortodosse, moschee, vecchi tram, scavi archeologici e palazzi comunisti condividono un unico spazio.

Giorno 2 - domenica 26 aprile

Al mattino dopo la colazione partenza in pulmino privato per il Monastero Rila. Circondato dai monti dell’omonimo parco nazionale, si visiterà il patrimonio UNESCO simbolo dell’ortodossia bulgara tra splendidi boschi, a più di 1.000 metri d’altezza.
Successivamente partenza per il versante meridionale del massiccio Rila, passando da Bansko e con sosta a Gorno Dragliste per un pranzo con il presidio Slow Food locale, che si occupa di preservare la lavorazione del Meurche, un delicato salume conservato nella cenere, la cui preparazione è stata salvata da una produttrice pochi anni fa. Dopo pranzo si arriverà in pochi chilometri a Dobarsko.

Dobarsko è considerato uno dei villaggi dove meglio si nota l’architettura d’ispirazione macedone che caratterizza i piccoli abitati della Bulgaria meridionale.

Al tramonto si tornerà a Bansko – capoluogo sciistico a cavallo tra i massicci di Rila, Pirin e i Monti Rodopi – per cenare e dormire in ostello.

Giorno 3 - lunedì 27 aprile

Al mattino dopo colazione trasferimento in stazione dove si prenderà il Treno dei Rodopi alle 10:38, una piccola ferrovia a scartamento ridotto costruita a inizio novecento per collegare con il resto del paese gli abitanti di queste vallate selvagge.

Sono queste le terre dei “Turchi di Bulgaria”, antichi discendenti musulmani delle emigrazioni ottomane. In tre ore di viaggio, questo piccolo treno viaggerà a basse velocità e a stretto contatto con i valligiani che lo prendono per i propri spostamenti quotidiani. Tra tornanti, viadotti e gallerie, si arriverà fino alla stazione di valico di Avramovo, a 1.200 metri d’altezza, la più alta di tutta la Penisola balcanica.

Alle ore 13:34 è previsto l’arrivo a Velingrad, capoluogo della valle e rinomato centro termale.
Dopo il lungo viaggio, possibilità di riposare in una delle tante piscine termali cittadine, alimentate con le acque che sgorgano direttamente dalle pendici dei monti.

Cena in città e pernottamento in ostello.

Giorno 4 - martedì 28 aprile

Dopo colazione, alle ore 08:53 si riprenderà il treno dei Rodopi verso Septemvri, cittadina ai piedi dei monti nella vallata del fiume Evros, dove si cambierà convoglio per salire su un treno ordinario in direzione Kurtovo Konare, viaggiando sulla linea del vecchio Orient Express.

Al villaggio si verrà accolti dai membri del presidio Slow Food del Pomodoro rosa di Kurtovo Konare, una pregiata varietà importata da Istanbul durante il periodo ottomano e diventata simbolo locale. Si passerà la mattinata in compagnia di un’associazione locale e si potranno ascoltare le musiche tradizionali di questa regione. Successivamente pranzo nel villaggio.

Dopo pranzo si raggiungerà Plovdiv in 15 minuti di treno, Capitale Europea della cultura 2019.
Nel pomeriggio passeggiata per il centro storico di Plovdiv e i suoi sei colli, da cui si domina la città e tutte le montagne circostanti. Tra i resti del teatro romano, le decoratissime chiese ortodosse e le sue moschee, si potrà cenare con dei piatti tipici della cucina bulgara, così legata alla tradizione turca.

Pernottamento in ostello a Plovdiv.

Giorno 5 - mercoledì 29 aprile

Al mattino dopo colazione visita di Plovdiv, e pranzo in un locale della città.

Nel primo pomeriggio trasferimento in treno in direzione di Asenovgrad per visitare la fortezza di Asenovgrad e il monastero di Bachkovo, secondo per dimensioni solo a quello del Rila.

La sera rientro a Plovdiv per una cena in un ristorante turco del centro città.

Pernottamento in ostello.

Giorno 6 - giovedì 30 aprile

Al mattino presto dopo colazione trasferimento in stazione di Plovdiv e alle 07:10 partenza in treno verso Kazanlak via Karlovo, un percorso panoramico attraverso la “Valle delle Rose”, la regione bulgara dove vengono coltivati i fiori profumati simbolo del paese.
A Kazanlak ci si immergerà nella storia antica con la visita delle tombe trace patrimonio UNESCO.
Successivamente, per questioni logistiche, si prenderà un minibus in direzione Shipka: si attraverserà una strada di valico nel Parco Nazionale dei Balcani centrali.

Lungo il tragitto si farà una sosta per vedere le forme barocche della Chiesa Russa di Shipka, eretta a memoria della guerra russo-turca, e il colosso brutalista di Buzluzhda, una vera e propria astronave di cemento che domina cime montuose con la sua curiosa shilouette.

Nel pomeriggio arrivo sull’altro versante all’etnovillaggio di Etarat e visita al piccolo monastero di Sokolski, immerso nei boschi e dipinto con i suoi affreschi sgargianti.

Pernottamento in ostello a Gabrovo.

Giorno 7 - venerdì 1 maggio

Dopo colazione trasferimento in stazione dove si prenderà un treno in direzione di Veliko Tarnovo, l’antica capitale della Bulgaria. Visita di Veliko Tarnovo passeggiando per i suoi quattro colli. Tutta la giornata sarà dedicata alla città, ai suoi edifici e ai resti della fortezza bizantina di Tsaverets, dove si cammina su millenni di storia a picco sulle colline circostanti.

La sera cena in un locale del centro dove sarà possibile assaggiare una Kavurma – tipico spezzatino bulgaro di carne o vegetariano – e bere un bicchierino di distillato alle rose.

Pernottamento in ostello a Veliko Tarnovo.

Giorno 8 - sabato 2 maggio

Al mattino presto, verso le 7:00, partenza in treno per concludere il viaggio in direzione a Sofia. Arrivo in tarda mattinata e resto del giorno libero per  visitare i monumenti del centro, i suoi parchi, i suoi mercati. Possibilità di fare una pausa pranzo nel vecchio mercato coperto e prendere un vecchio tram fino al Palazzo della cultura.

L’ultima sera bulgara sarà possibile passarla in uno dei numerosi locali del centro.

Pernottamento in ostello.

Giorno 9 - domenica 3 maggio

Al mattino trasferimento in metro in aeroporto e partenza verso l’Italia.

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.
Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori.
Sono necessari Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto con scadenza superiore ai tre mesi.

Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl; per i documenti necessari, clima, abbigliamento riceverete un apposito documento prima di partire.

Referente locale

Il viaggio sarà accompagnato dall’Italia da Marco esperto conoscitore di treni e Balcani. Marco non è una guida turistica, ma un referente che può fare da tramite tra la cultura locale e i viaggiatori.

Livello di difficoltà

Il viaggio richiede un buon livello di adattamento. Si starà sempre in strutture ricettive semplici ma dignitose in camere doppie o multiple e i bagni saranno privati o in comune in base alla disponibilità. La colazione è compresa ma basica. Si useranno quasi sempre treni regionali per gli spostamenti che permetteranno di visitare luoghi al di fuori delle più conosciute rotte turistiche, ma è richiesto adattamento per eventuali ritardi che possono modificare il programma giornaliero. In due occasioni è previsto un mezzo privato (minivan) per questioni ambientali. Gli spostamenti giornalieri saranno di massimo 4 ore.

La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Prezzi

8
n. partecipanti
€820
Quota individuale
6
n. partecipanti
€880
Quota individuale
4
n. partecipanti
1020 €
Quota individuale

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Nobis (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • copertura spese e compenso dell’accompagnatore per i giorni di affiancamento
  • tutti i pernottamenti in camera doppia o multipla e le colazioni
  • tutti i pasti indicati nel programma
  • tutti i biglietti dei treni e 2 giornate in minivan
  • quote progetto a favore delle realtà locali
  • ingressi a siti e musei come da programma
  • entrata alle terme pubbliche

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (a partire da 80,00 euro tasse incluse)
    assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • trasferimenti in autonomia nei giorni liberi
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio lev/euro
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone.

Altri viaggi sul Marica